Autori – Allievi di Francesco Biangardi XX secolo
Committenza – Zolfatai miniera Juncio Gessolungo
Ceto di appartenenza – Fratelli Cervellione
Costo di costruzione – non pervenuto

Al centro Gesù, legato alla colonna, nonostante il martirio a cui è sottoposto, esprime una dignitosa rassegnazione.
Ai lati due flagellatori, i cui movimenti esprimono l’evidente rabbia, sono intenti a colpire il Cristo, mentre in basso sulla sinistra un terzo aguzzino, posto in ginocchio, è intento a intrecciare una corone di spine.

Theme: Overlay by Kaira
error: Content is protected !!